Via via, vieni via di qui

IMG_20150221_134441Dovrei alzarmi, fare la spesa, trovare il coraggio per comprare il formaggio, ma la pigrizia mi coglie e mi caglia, dovrei recarmi anche alle poste per mandare un vaglia. Fuori piove un mondo freddo e mi sento tanto sola in questa casa grande senza gorgonzola. Ho perso i miei amanti per distrazione, si sono disciolti come il taleggio nel risotto al radicchio, ma di loro non mi è rimasta neanche la fragranza che in tutta sostanza era ciò che riempiva di odori la mia stanza.  Nostalgia, nostalgia canaglia che che ti prende proprio quando non vuoi, ti ritrovi con un cuore di paglia e un incendio che non spegni mai. Avrei voglia di fare l’amore, ma dovrei uscire per ricomprare almeno le batterie del mio vibratore. Prego Santa Rita S’Accascia, la mistica che si fece togliere le rotule per accasciarsi meglio ai piedi di un Dio minore di una settima diminuita, una piccola setta di sette spose per sette fratelli, per cui fanno già 49 e forse ripensandoci tanto piccola non è. Vorrei che la santità scendesse su si me e invece scende la pioggia ma che fa, crolla il mondo intorno a me, per amore sto morendo. Mi sento edotta e abbandonata, ma è stata una mia scelta, non me la sento di legare nessuno a me, se non durante gli amplessi previa liberatoria perché sono una personcina oculata, si ho un gran culo. Sto qua a rimuginare sul mio passato, a dirmi che sono io l’artefice del mio destino, che ho tutto un futuro che mi aspetta dietro le mie spalle. Mi alzo, voglio andar via, i sogni cercano dove ma via, anche all’inferno ci sarà qualcuno a farmi compagnia. Il supermercato è aperto, posso stare senza un uomo, ma non senza cacio per cui mi alzo adagio, mi trucco il viso più deciso e vivo il tempo più vicino, è tutto un attimo. Salgo su auto che mi porta via via via e allora si, torno a girare la… la dove c’e musica, all’ipermercato,anche se quella musica è sempre di merda. Mi chiedo ancora se ho fatto bene ad alzarmi, lavarmi vestirmi ma mi pare che l’ordine fosse quello giusto quando vedo un bellimbusto. Mi trovo al banco del droghiere e provo adesso un certo piacere. L’uomo mi guarda e mi fa un sorriso, non credevo che il paradiso fosse solo qua al I piano dell’ipercoop. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...