Mi luminol d’immenso

Le tenebre mi avvolgono come carta argentata intorno alla crosta del taleggio, al buio mi luminol d’immenso. La luna accesa alla parete, la notte a me mi viene sete, fammi bere amore fammi bere, fammi bere un po’ di te. Ma qua non c’è neanche un avanzo di siero di latte e la mia bocca, come il naso di un cane da tartufo, è bramosa di affondare nella terra del tuo essere bello e impossibile con gli occhi neri e quel sapor medio-orientale. Noi siamo figli di una storia eterna di caglio e di primo sale, noi siamo figli delle stelle senza storia senza età eroi di un sogno, noi siamo figli delle stelle c’incontriamo per poi perderci nel tempo. T’appartengo e io ci tengo. Io e te nelle sconfinate periferie asimmetriche di Crotone alla ricerca di caci e cavalli domati da non guardare in bocca. Ti voglio nudo sbattuto fior di latte della mia incoscienza avveniristica, le mie cosce si aprono invitandoti ad entrare, non importa che ti pulisca i piedi sul tappetino di false morali, entra e prendimi in tutti i modi, in tutti i luoghi e in tutti i laghi, isole comprese. Io sono la pasta e tu il grana che mi piove addosso sciogliendosi. Non lasciarmi morire di sete, ti prego passerotto non andare via. Ti farò provare l’estasi e anche il crack simbiotico di un amplesso un po’ complesso che non ridurremo a mero sesso. Come una vergine incosciente ti perderai nel mio bosco di sera. Cammineremo sui sentieri nirvanici mano nella mano con quell’africano che non sa parlare neanche l’italiano, ma che si fa capire bene quando vuole. Voglio, ma l’erba voglio non cresce neanche nel giardino dei semplici, non farmi pregare in ginocchio da te come Santa Rita S’Accascia la santa che si privò delle rotule per meglio accasciarsi ai piedi di Dio. Mutiamo in questa misticanza spasmodica di sensi avariati, ti gusto lentamente, come un caprino di cavalese tu ti sciogli in me. Entra, io sono il tuo buco con la donna intorno, fammi l’amore forte forte più forte come fosse l’America, baciami, bacia tutta la mia pelle, si può arrivare alle stelle dicendo un semplice si.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...